Promoting the unified image of the Italian tourist offer

Facebook logo Twitter logo Youtube logo Slideshare logo

VICINI AD UN ACCORDO TRA ENIT E CGIE: IL PRESIDENTE PALMUCCI ALL'ASSEMBLEA PLENARIA DEL CONSIGLIO GENERALE DEGLI ITALIANI ALL’ESTERO

Jul 09, 2019

 

Logo_B2B_Colore.png

COMUNICATO STAMPA

 

VICINI AD UN ACCORDO TRA ENIT E CGIE:

I COMITATI DEGLI ITALIANI ALL’ESTERO POTREBBERO DIVENTARE AVAMPOSTI INTERNAZIONALI DI ENIT PER SVILUPPARE IL TURISMO DI RITORNO

IL PRESIDENTE ENIT PALMUCCI ALL’ASSEMBLEA PLENARIA DEL CONSIGLIO GENERALE DEGLI ITALIANI ALL’ESTERO

Si è vicini ad un accordo tra Enit-Agenzia Nazionale del Turismo e il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero per la promozione del turismo e in particolare di quello delle radici che punta ad attrarre gli italiani residenti fuori dai confini nazionali che, come confermato dal Segretario Generale del CGIE Michele Schiavone, hanno raggiunto numeri importanti. Ai 6 milioni di connazionali iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’estero) vanno sommati almeno 1 milione di non iscritti e decine di milioni di discendenti di seconda/terza generazione. L’intesa porterà alla sottoscrizione di un protocollo di collaborazione attraverso cui i Comitati degli Italiani all’Estero (Com.It.Es) diventano avamposti di Enit, in sinergia con le sedi internazionali dell’Agenzia del turismo nel mondo, per potenziare la filiera e la rete turistica. “Il turismo di ritorno è una grande risorsa per l’Italia in termini culturali ed economici. I viaggiatori - dichiara il presidente Enit Giorgio Palmucci - in visita in Italia a familiari e amici e che investono nel Bel Paese sono quasi 10 milioni. Un trend in crescita: dal 1997 ad oggi è aumentato di visitatori stranieri di oltre il 70 per cento e del 51 per cento anche il numero di notti trascorse in Italia dai “turisti di ritorno”, nonché la spesa con un + 127,5 per cento. Dieci le mete più coinvolte dal fenomeno: Lombardia, Lazio, Piemonte, Veneto, Sicilia, Toscana, Emilia Romagna, Campania, Liguria, Trentino Alto Adige”. Dall’Assemblea Plenaria di Cgie, che viene convocata 2 volte l’anno a Roma, sono emersi i punti fondamentali dell’imminente protocollo d’intesa tra Enit e Cgie: posizionare ancor meglio il brand Italia sulla scena internazionale anche alla luce del turismo di ritorno, migliorare i trasporti accelerando la nascita di collegamenti diretti ed efficientare il Sistema Italia.

-- 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Francesca Cicatelli

ufficio stampa Enit

francesca.cicatelli@enit.it

392 9225216

 

 

Back to top