Promuovere l'immagine unitaria dell'offerta turistica nazionale

Facebook logo Twitter logo Newsletter logo

ENIT, MiBACT e IGP Decaux celebrano la chiusura dell’Anno dei borghi con una campagna nelle città italiane


L’Anno dei borghi 2017 si chiude con la campagna di comunicazione ‘L’ITALIA CHE NON TI ASPETTI – Piccoli borghi, grandi emozioni’ realizzata dal MiBACT insieme a ENIT e IGPDecaux, con il supporto delle Regioni italiane.

IGPDecaux Low Val dOrcia testo 700
L’iniziativa prevede oltre 2.300 affissioni su autobus e tram di 50 città italiane. Per questa campagna ENIT ha selezionato 19 immagini tra quelle utilizzate dalle proprie sedi estere per la promozione dei borghi in tutto il mondo.
Nel 2017 l’Agenzia nazionale del turismo ha mostrato all’estero il volto di un’Italia inconsueta, al di fuori dei grandi circuiti del turismo internazionale.
Le oltre 80 campagne realizzate dalle sedi estere ENIT e l’hashtag #italianvillages – che ha superato 120 milioni di impression sui social – hanno contribuito a promuovere i nostri piccoli centri come luoghi in cui vivere esperienze autentiche tra storia, arte, cultura, ambiente, tradizioni e sapori.
‘L’ITALIA CHE NON TI ASPETTI’ si inserisce tra le iniziative realizzate per promuovere l’Anno dei borghi proclamato dal Ministro Dario Franceschini con la finalità di ampliare l’offerta turistica italiana, secondo quanto previsto dal Piano Strategico del Turismo 2017-22.
Il lavoro di squadra tra MiBACT, ENIT e IGPDecaux ha dato vita a una campagna fotografica di impatto, che restituisce l’immagine di un’Italia sorprendente e affascinante.

Sauris - Friuli Venezia GiuliaCastelmezzano BasilicataCastelsardo Sardegna 2Cefalu Sicilia 2Le Castella CalabriaGradara Marche 2Isola san Giulio PiemontePacentro Abruzzo shutterstock 240872017Procida CampaniaRiva del Garda Lago di Garda TrentinoSan Leo shutterstock 85330447Trulli Alberobello PugliaVernazza LiguriaVarenna Lago di Como LombardiaCivita di Bagnoregio LazioMatera BasilicataVal dOrcia Siena ToscanaSpello Umbria 2

 

 

 

 

 

 

 

Back to top