Promuovere l'immagine unitaria dell'offerta turistica nazionale

Facebook logo Twitter logo Newsletter logo

La destinazione Italia si promuove in Ungheria

20 Apr, 2012

Grandi attese per il workshop Italia, in programma a Budapest il 24 aprile prossimo, al quale hanno già aderito circa 12 operatori turistici italiani e oltre 35 buyer ungheresi, molto interessati alla destinazione Italia, ma non sempre sufficientemente coinvolti negli eventi B2B programmati nel nostro Paese.

L'incontro operativo, organizzato con il supporto organizzativo e professionale dell'Ufficio ENIT della capitale ungherese, è finalizzato a promuovere, sostenere e incrementare i flussi turistici dall'Ungheria sia verso le mete italiane tradizionali e più note che incentivare quelle meno conosciute, ormai facilmente raggiungibili attraverso le nuove rotte introdotte da molte compagnie low-cost.

Le famiglie e le coppie senza figli risultano i target di riferimento privilegiati per i quali saranno predisposti pacchetti su misura, studiati sulla base delle specifiche esigenze, in riferimento in particolare all'offerta sole-mare, ai tour enogastronomici, natura e montagna.

Nonostante il timore che la crisi economica internazionale possa incidere sulle scelte di vacanza dei turisti ungheresi, i segnali di ripresa dell'economia reale legittimano un atteggiamento fiducioso per il 2012. Gli operatori ungheresi credono in una generale ripresa dei consumi turistici e questa iniziativa permetterà di creare rapporti commerciali proficui e duraturi.

"Per la prossima estate – sottolinea il Direttore Generale dell'ENIT, Paolo Rubini –i mesi di giugno e luglio saranno determinanti per le prenotazioni. Mete culturali e balneari saranno le più richieste, spesso in abbinamento; le località privilegiate quelle della Costa Adriatica: Jesolo, Bibione, Lignano, Riccione;Cattolica e le città d'arte di Roma, Firenze e Venezia. Risulta in crescita l'interesse per la Toscana, per la Puglia e la Sicilia".

20 aprile 2012

Back to top