Promuovere l'immagine unitaria dell'offerta turistica nazionale

Facebook logo Twitter logo Newsletter logo

DICHIARAZIONE COMMISSARIO STRAORDINARIO CRISTIANO RADAELLI

04 Ago, 2014

"Ringrazio il Presidente Renzi e il Ministro Franceschini per la fiducia accordatami. Sono onorato di questa nomina a Commissario Straordinario dell’Agenzia Italiana per il Turismo–ENIT

che mi offre la possibilità di mettermi al servizio del Paese e ho iniziato ad affrontare con passione e determinazione il compito che mi è stato assegnato, conscio della sua importanza: il turismo genera in Italia oltre 2,6 milioni di posti nel 2013, pari all’11,6% dell’occupazione totale del Paese e il suo contributo nel 2013 è stato pari a 159,6 miliardi di euro, pari al 10,3% del PIL nazionale."

Lo ha detto il Commissario Straordinario dell'ENIT, Cristiano Radaelli, a latere della Conferenza stampa del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, tenutasi oggi a Roma presso il Mibact.

"In questi primi trenta giorni dal conferimento dell'incarico - ha continuato il Commissario Straordinario dell'ENIT - stiamo lavorando alla definizione del nuovo statuto dell’Agenzia e ad un assetto gestionale che permetta all'Agenzia di svolgere appieno i sui compiti. La nuova Agenzia, lavorando in stretto coordinamento con gli altri enti e ministeri interessati, promuoverà e favorirà la commercializzazione delle eccellenze del nostro Paese: turistiche, culturali, enogastronomiche, ecc.

Grande attenzione porremo all'esigenza di migliorare la digitalizzazione del settore turistico e delle attività promo-commerciali, come detta l'art. 16 della nuova Legge appena approvata. Stiamo cercando di affrontare questa sfida con la massima determinazione e di farlo in fretta, concertando l’azione con il Mibact."

"Per questa nuova ENIT, - ha continuato Radaelli - svilupperemo, con grande attenzione alle persone coinvolte, in sintonia con la Funzione Pubblica, sentite le organizzazioni sindacali, un piano di riorganizzazione del personale, che sarà individuato sulla base di requisiti oggettivi, in considerazione di quelli che saranno i nuovi compiti dell'Agenzia.

L’industria del turismo, è un asset chiave che spinge in alto la bilancia dei pagamenti. È per questo che dobbiamo poter operare con le tecnologie e le applicazioni più avanzate che rappresentano un nuovo strumento per valorizzare, promuovere e sviluppare il business del turismo su scala globale. E con il turismo, innescare un processo virtuoso per tutta l'economia."

30 luglio 2014

Back to top