Promuovere l'immagine unitaria dell'offerta turistica nazionale

Facebook logo Twitter logo Youtube logo Slideshare logo

In @italia la promozione diventa "Plurale"

17 Gen, 2017

ENIT lancia il progetto TWITTER PLURALE con la Regione Marche prima ospite

 

Su twitter l'Italia del turismo diventa ancora più social e coinvolgente grazie a "Twitter Plurale", un progetto di Enit insieme al Laboratorio Social delle Regioni.

Per una settimana l’account ufficiale twitter @Italia sarà gestito direttamente dal social team di una delle regioni italiane per raccontare, valorizzare e promuovere il proprio territorio ad un pubblico più ampio. E’ la prima volta che l’Italia si apre ad una collaborazione così forte nella comunicazione digitale per arricchire il messaggio di nuove voci, nuovi protagonisti, nuove sfumature, per rendere la nostra narrazione sempre più vicina alla meravigliosa quanto varia identità italiana.

La Regione Marche (@MarcheTourism) inaugura la prima settimana di attività dell’intero progetto e lo fa presentando il suo Social Media Team con una foto, elegante ed ironica. Enit crede nell'importanza di mettere sempre le persone al centro. Non solo i turisti, anche quelle che lavorano costantemente e con passione tutti i giorni dietro agli account di promozione.

Nel corso del 2017, ogni territorio avrà l’opportunità di mettere in risalto eventi o singoli temi, dall’enogastronomia all’arte, dalla natura al lifestyle, dal folklore alla vacanza attiva, per valorizzare liberamente la destinazione senza alcun vincolo da parte di ENIT.

La Regione Marche passerà il testimone alla Valle d’Aosta che dal 26 al 31 gennaio racconterà la Fiera di Sant’Orso, storico appuntamento dedicato all’artigianato locale. Nei mesi successivi il progetto vedrà la partecipazione di Trentino e Abruzzo cui seguiranno le altre Regioni secondo un calendario in continuo aggiornamento.

Enit proseguirà la sua attività, in parallelo, insieme agli ospiti, per comunicare eventi o notizie. Lo farà solo in modo più discreto, cedendo buona parte del suo spazio.

L’obiettivo è costruire nel tempo, anche attraverso i social media, un racconto collettivo più autentico, più utile e creare relazioni più forti tra chi questa terra la abita, la vive, la ama, la visita o la promuove.

Roma, 17 gennaio 2017

           

Back to top