Promuovere l'immagine unitaria dell'offerta turistica nazionale

Facebook logo Twitter logo Newsletter logo

ENIT tra gli Enti più efficienti nella Pubblica Amministrazione

24 Nov, 2011

L’ ENIT si aggiudica il quarto posto, collocandosi nella fascia alta di valutazione su cinquantadue Enti nazionali analizzati, nel Monitoraggio della CIVIT, l’organo di vertice del sistema di valutazione della pubblica amministrazione, ricevendo un giudizio ottimo sia per quanto riguarda la rispondenza alla normativa, sia in riferimento alla qualità delle strategie e delle soluzioni operative adottate.

Il Piano, che individua annualmente le linee guida dell’azione dell’Agenzia e costituisce il cardine per valutare l’efficacia delle prestazioni istituzionali e individuali, risponde infatti alle indicazioni normative tracciate dalla riforma della pubblica amministrazione.

Dopo la sperimentazione effettuata con successo, a cui ENIT ha partecipato con un Piano di azione pubblicato sul sito www.riformabrunetta.it prosegue, quindi, con brillanti risultati il percorso dell’Agenzia nell’applicazione dei principi di efficienza e trasparenza, che sono alla base di una pubblica amministrazione rinnovata nella qualità dei servizi offerti.

“I riscontri positivi del CIVIT avvalorano gli sforzi che stiamo facendo – commenta il Commissario dell’ ENIT, Matteo Marzotto – perché, pur in presenza di una forte contrazione delle risorse disponibili che ci hanno imposto un ridimensionamento, stiamo comunque cercando di ottimizzare, senza diminuire il nostro impegno”.

“L’azione di contenimento e razionalizzazione delle spese condotta dall’Agenzia ha consentito di ridurre in maniera significativa i costi di funzionamento -- aggiunge il Direttore Generale, Paolo Rubini -- garantendo l’efficace gestione economica e amministrativa della struttura. Nel contempo, in un’ottica di razionalizzazione dei costi, abbiamo provveduto ad incrementare le entrate garantendo una serie di servizi nuovi agli stakeholders e questi sono fatti, non parole, come attestano i positivi attestati ricevuti”.

Back to top